Molti si domanderanno come fanno i guru dell’informatica a realizzare applicazioni per cellulari, per computer, per orologi, per TV. Non sono misteri. In internet, con le opportune ricerche si può scoprire di tutto. Android ha ufficializzato la creazione di app attraverso il programma Android Studio.

E’ un programma abbastanza complesso per chi è alle prime armi ma molto potente. Consiglio il corso su Android prima di procedere con questa applicazione. Inoltre non è sufficiente un qualsiasi computer: serve un modello recente con almeno 8 Gb di memoria (anche se dicono 4), una SSD (preferibile) di almeno 250 Gb e la virtualizzazione attivata, altrimenti l’uso dell’emulatore potrebbe risultare frustrante. Ma infondo quello che più serve é la pratica.

Apple invece preferisce usare Swift, un linguaggio potente ed affidabile creato per facilitare lo sviluppo di app per iOS, Mac, Apple TV e Apple Watch. XCode è invece l’app di sviluppo, che chiaramente dovrà essere installata su Mac. Inoltre per acquisire le basi di programmazione Swift è possibile accedere a Swift Playgrounds

I televisori Samsung possono essere programmati usando una applicazione che assomiglia molto ad Android Studio e si chiama Tizen Studio (ma guarda un pò). E’ impostata nella stessa maniera e utilizza l’html e java (anche Android Studio lo fa). Per iniziare a creare la prima app collegatevi a Samsung Developers (non suona familiare ?) e, una volta convertito il testo in italiano per chi non mastica inglese, potrete studiare come sviluppare le vostre applicazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »