Il cyber crimine aumenta pericolosamente, di anno in anno. Tecniche sempre più raffinate e subdole vengono elaborate per penetrare nelle aziende e nelle case private. Persino i singoli utenti vengono usati come porte di accesso senza esserne consapevoli. Eppure, continuiamo a non sentirci coinvolti. Quante volte hai pensato: “Se anche entrassero nel mio computer, cosa potranno mai rubare? Non ho nulla di così importante”. Questo pensiero è la madre di tutti gli errori, perché abbassa il livello di guardia.

Non puoi affrontare il problema con superficialità, perché gli obiettivi che spingono a minare la tua sicurezza digitale possono essere di diversa natura e tali da sfuggire alla tua comprensione. Ecco quali sono i principali obiettivi di un attacco informatico:

  • furto d’identità e compromissione dell’immagine;
  • furto di dati e di informazioni riservate, spionaggio;
  • sottrazione di credenziali bancarie e/o di denaro;
  • sospensione temporanea dei servizi;
  • sabotaggio dei sistemi informatici;
  • sfruttamento del potere di calcolo dei computer a scopo criminale.

I danni che possono provocare vanno da quello reputazionale a quello psicologico, da una possibile perdita economica alla chiusura della propria attività. Reputazionale se, ad esempio, individuano video che non vorresti far vedere a nessuno e li mettono online. Psicologico se ricevi una email dove ti informano che la polizia giudiziaria sta indagando su di te per atti criminosi. Perdita economica se bloccano le tue vendite o clonano tue le carte di credito.

Ad esempio: un programma che ti cripta tutti i file del computer con algoritmi militari indecifrabili e ti impedisce l’utilizzo del tuo PC non è forse un problema? Forse non lo è se pensi di avere un computer pressoché “vuoto” e decidi di reinstallare tutto. Non è comunque una grande perdita di tempo?

E se invece ti vengono sottratte le password di accesso alla tua banca, le tue credenziali, i tuoi dati, la tua email, non pensi che forse non dormirai tranquillo la notte? O improvvisamente vieni informato di aver effettuato acquisti di cui non sai nulla perché i tuoi codici della carta sono stati rubati, non è forse un problema?

Beh, se ti senti tranquillo allora non continuare a leggere, altrimenti segui queste semplici regole e le tue notti saranno più felici.

Le 10 migliori regole di sicurezza di Internet e cosa non fare online

1. Non diffondere le informazioni personali e limita quelle professionali

Meglio non diffondere il tuo dati personali o il tuo indirizzo di casa se proprio non è necessario. E’ sufficiente far conoscere la tua esperienza e il tuo background professionale e come entrare in contatto con te. Di solito non diffondi certe notizie a singoli estranei, a maggior ragione non farlo con milioni di persone online.

2. Mantieni attiva la tua privacy

I pubblicitari amano sapere tutto su di te, così come gli hacker. Entrambi possono imparare molto dalla tua navigazione e dall’utilizzo dei social media. Perciò usa le giuste impostazioni di privacy. I browser web e i sistemi operativi mobili hanno impostazioni disponibili per proteggere la tua privacy online. Anche i social come Facebook hanno impostazioni relative alla privacy. Queste impostazioni sono a volte (deliberatamente) difficili da trovare perché le aziende vogliono le tue informazioni personali per il loro marketing. Assicurati di aver abilitato queste protezioni e di mantenerle abilitate.

3. Naviga in sicurezza

Cammineresti con un rolex in bellavista in quartieri pericolosi? Bene non farlo neanche online. I criminali informatici usano alcuni contenuti come esca. Sanno che le persone a volte sono tentate da contenuti dubbi e possono perciò abbassare la guardia. Il mondo equivoco di Internet è pieno di insidie difficili da vedere, in cui un clic di troppo potrebbe esporre dati personali o infettare il dispositivo con malware. Resisti all’impulso e non dare nemmeno una possibilità agli hacker.

4. Utilizza una connessione VPN sicura

Quando vai online in un luogo pubblico, ad esempio utilizzando una connessione Wi-Fi pubblica,  non hai alcun controllo diretto sulla sua sicurezza. Gli esperti di sicurezza informatica si preoccupano degli “endpoint“, i luoghi in cui una rete privata si connette al mondo esterno. L’ endpoint vulnerabile è la connessione Internet locale. Assicurati che il tuo dispositivo sia sicuro e, in caso di dubbio, attendi un momento migliore (ad esempio, fino a quando non sarai in grado di connetterti a una rete Wi-Fi sicura) prima di fornire informazioni come il numero di conto bancario. Per migliorare ulteriormente la sicurezza della navigazione utilizza una connessione VPN sicura. In questo modo nessuno potrà monitorare o accedere ai dati che stai inviando.

5. Occhio ai tuoi download

Uno degli obiettivi principali dei criminali informatici è quello di indurti a scaricare malware, programmi o app che trasportano malware o cercano di rubare informazioni. Questo malware può essere mascherato da un’app, da un gioco, da una utility. Come consiglia  PCWorld, non scaricare app che sembrano sospette o provengono da un sito di cui non ti fidi.

6. Scegli password complicate

Le password sono uno dei maggiori punti deboli dell’intera struttura di sicurezza di Internet, ma al momento non c’è modo di aggirarle. Il problema con le password è che le persone tendono a scegliere quelle facili da ricordare ma sono anche facili da indovinare per i ladri informatici. Seleziona password complesse che sono più difficili da scoprire. Il software di gestione delle password può aiutarti a gestire più password in modo da non dimenticarle. Una password complessa deve essere formata da almeno 15 caratteri, che includano lettere, numeri e caratteri speciali.

7. Compra su siti certificati

Ogni volta che effettui un acquisto online, devi fornire informazioni sulla carta di credito o sul conto bancario, proprio ciò su cui i criminali informatici sono più desiderosi di mettere le mani. Fornisci queste informazioni solo ai siti che forniscono connessioni sicure e crittografate. E’ possibile identificare i siti sicuri cercando un indirizzo che inizia con https: (la S sta per sicuro) piuttosto che semplicemente http:. Possono anche essere contrassegnati da un’icona a forma di lucchetto accanto alla barra degli indirizzi. Usa sistemi diversi dalla tua carta di credito se puoi, ad esempio PayPal (paga per te senza mostrare i dati della tua carta).

8. Attenzione a quello che pubblichi

Internet non dimentica. Qualsiasi commento o immagine che pubblichi online può rimanerci per sempre perché la rimozione dell’originale (ad esempio, da Twitter) non rimuove le copie che altre persone hanno fatto. Non c’è modo per te di “cancellare” un’osservazione che vorresti non aver fatto, o eliminare foto imbarazzanti. Non mettere nulla online di potenzialmente pericoloso per la tua immagine.

9. Attenzione agli incontri

Le persone che incontri online non sono sempre chi affermano di essere. In effetti, potrebbero anche non essere reali. I falsi profili dei social media sono il classico modo con cui gli hacker raccolgono i dati di utenti Web incauti. Sii cauto e sensato nella vita sociale online, così come nella vita reale.

10. Usa un antivirus e aggiornalo

I programmi antivirus non possono proteggere da ogni minaccia, ma elimineranno la maggior parte dei malware. Assicurati di tenerli aggiornati. Forniscono un livello eccellente di sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »