Come diventare paracadutista

Posted on

ll paracadutismo è un’attività che può essere di tipo sportivo o militare. I LANCI (vedi il video) vengono eseguiti di solito tra i 1.000 e i 4.500 metri e i paracadute vengono solitamente aperti tra i 700 e i 900 metri.

Non tutti hanno il coraggio di lanciarsi da un aereo. Ma per i pochi coraggiosi che sono disponibili a farlo ho preparato una guida su come diventare paracadutista.

È un passo importante che comporta anche dei rischi e va affrontato nella giusta maniera per non andare incontro a problemi. Vediamo perciò quali sono i passi da seguire per arrivare al conseguimento della licenza.

Indice

Come ottenere la licenza

Prima di iniziare l’argomento è bene spiegare che il brevetto di paracadutista non esiste più ed è stato sostituito da una licenza rilasciata al compimento del sedicesimo anno di età (consenso dei genitori necessario per minorenni). Questa licenza, rilasciata dall’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ENAC non ha una scadenza amministrativa ma è vincolata all’attività minima periodica effettuata negli ultimi 12 mesi. E’ chiaramente necessario avere la visita medica in corso di validità.

Per ottenere la licenza si deve innanzitutto effettuare una visita medica presso un Dottore di Medicina Sportiva, che dovrà apporre un timbro con scritto il numero F.M.S.I (Federazione Medico Sportiva Italiana). Il medico dovrà certificare l’idoneità per la pratica del paracadutismo sportivo non agonistico, ha una validità di 1 anno per i chi ha oltre i 40 anni di età e 2 anni per gli altri. Il costo può oscillare tra 40 e 100 euro. Per trovare il medico più vicino a casa tua puoi effettuare la ricerca su Google e inserendo “Elenco regionale dei medici specialisti in Medicina dello Sport” e poi la tua Regione.

Superato questo primo traguardo dovrai passare a quello successivo, cioè rivolgerti ad una delle scuole di paracadutismo che ti addestreranno adeguatamente per poter affrontare in tutta sicurezza il tuo primo lancio.

Come diventare paracadutista

Come funziona il paracadutismo

Questa premessa è per preannunciare quello che ti aspetta prima di procedere oltre. Tutti i lanci che farai sono eseguiti in luoghi autorizzati e organizzati dalle scuole di volo. Un piccolo aereo ti porterà a circa 4000 metri di quota e, a quel punto, ti toccherà saltare. Ma non ti preoccupare troppo perché sarai vincolato al tuo istruttore che si occuperà dell’apertura del paracadute nel momento opportuno. Questo momento adrenalinico dura tra gli 8 e i 10 minuti per poi atterrare nel luogo di partenza (se le gambe sosterranno ancora il tuo peso!).

Quali sono le scuole di paracadutismo

Il prossimo passo da compiere è quello di iscriversi presso una scuola di paracadutismo, possibilmente quella più vicino a casa tua, oppure quella che preferisci. Di seguito ho indicato quelle italiane più conosciute.

Quanti lanci servono

Per poter essere ammesso all’esame finale per il conseguimento della licenza dovrai, oltre ad aver compiuto 16 anni, avere effettuato:

  • 50 lanci con paracadute planante, di cui almeno 15 negli ultimi 12 mesi
  • 20 minuti complessivi di caduta libera
  • la simulazione di sgancio imbracatura sospesa
  • l’addestramento integrativo sull’utilizzo delle vele

Inoltre, per poter mantenere la licenza in corso di validità dovrai effettuare:

  • almeno 15 lanci negli ultimi 12 mesi di cui almeno un lancio negli ultimi tre mesi
  • almeno 10 minuti di caduta libera ogni dodici mesi
Come diventare paracadutista

Quali sono i livelli che si possono conseguire

Il corso AFF (Accelerated Free Fall) è composto da sette livelli, ed un ottavo senza istruttore.

  • Teoria – Prima di affrontare qualsiasi lancio è necessaria una preparazione teorica. Infatti, almeno una giornata di teoria e pratica a terra è necessaria per poter affrontare nel migliore dei modi e in tutta sicurezza il tuo primo evento. Le lezioni copriranno anche le eventuali azioni da intraprendere in caso di anomalie o di emergenze. Al termine dovrai sostenere un piccolo esame per verificare il tuo livello di apprendimento.
  • Livello 1 – Primo livello, primo lancio! Si parte da 4000 metri e sarà un vero salto nel vuoto! Due istruttori ti seguiranno in tutte le fasi di caduta e fino all’apertura del paracadute. Poi sarai guidato da terra, attraverso una radio installata nel caso, fino al contatto con il suolo.
  • Livelli 2 e 3 – Sempre affiancato da istruttori dovrai dare prova di aver acquisito le tecniche che ti sono state insegnate.
  • Livelli 4 e 5 – La faccenda si complica con l’introduzione di nuove tecniche come il controllo e la direzione.
  • Livello 6 – In questo livello ti dovrai “buttare” senza istruttore aggrappato a te. Chiaramente non sarai completamente solo ma il tuo istruttore sarà sempre a portata di mano e ti seguirà durante la caduta, pronto ad offrirti assistenza se necessario.
  • Livello 7 – Come il precedente ma senza istruttore accompagnatore. Da qui in poi dovrai consolidare la tua esperienza fino al completamento dei 50 lanci previsti da ENAC, prima di sostenere l’esame per la licenza. Di solito in 2/3 weekend si completa questo percorso di 7 lanci. Per i restanti sarà necessario molto più tempo.

Quali sono i costi

Frequentare un corso del genere ha un costo variabile tra i 2000 e i 3000 euro. Se vorrai continuare dovrai considerare un esborso medio per lancio oscillante tra i 50 e i 100 euro. Per abbattere i costi è consigliato il tesseramento con il proprio centro di fiducia che provvederà sicuramente ad offrire tariffe agevolate.

Se ti colleghi alle scuole di paracadutismo, usando i link sopra indicati, potrai avere un maggiore ragguaglio sui prezzi che vengono richiesti, sempre variabili da una scuola e l’altra.

Buon lancio!