Nella vita capita a tutti il momento del “coglione”, in particolare quella volta che esci di casa e ti tiri la porta appresso senza pensare. Dopo le prime imprecazioni, per aver lasciato le chiavi all’interno, cominci a elucubrare su come fare per rientrare. Lentamente il panico ti assale. Immagini scene catastrofiche di come dovrai ridurre la tua casa: porta sfondata, finestra divelta, assalto alla baionetta con il trapano del vicino!

Calma. La prima cosa è non fare nulla. Niente panico. Si tratta di un banalissimo e comune problema facilmente risolvibile. Bene, ora che hai ripreso fiato dopo 5 minuti di yoga meditativo, segui queste semplici e facili indicazioni. Nel giro di pochi minuti ti riprenderai le tue chiavi lasciate all’interno.

Intanto ti voglio far vedere come funziona la tua serratura. Nelle foto puoi notare come il blocco da premere è quella tagliato di traverso. Se lo premi va all’interno permettendo l’apertura della porta. E’ tagliato così per consentire alla porta di chiudersi senza girare la maniglia. Perciò quello che dovrai fare è trovare un modo per farlo rientrare quanto basta.

Quello che ti serve pertanto è un pezzo di plastica sufficientemente flessibile da poter entrare nella fessura tra la porta chiusa e la cornice. Nella foto sottostante a sinistra puoi notare che è presente anche una guarnizione nera. Dovrai sollevarla un poco per poter infilare la tua lamina di plastica. Io ho optato per una radiografia ma tu puoi usare qualsiasi cosa ti ritrovi per le mani ma che abbia un’ottima resistenza e una grande flessibilità.

A questo punto devi infilare la lastra tra la porta e la cornice partendo possibilmente dall’alto. Dal basso fai solo più fatica. Infilala abbastanza profondamente e poi inizia a scorrere verso la serratura in basso dando qualche colpetto alla porta di tanto in tanto. Spingi la lastra dentro e fuori oltre a farla scorrere, ti aiuterà a farla scendere meglio.

Lentamente la lastra inizierà a far scorrere il blocco e, come per magia, la tua porta si aprirà.

Alla fine quello che ti serve è un minimo di manualità, un pò di pazienza, un pezzo di plastica flessibile o una lastra radiografica da buttare. Tutto qui.

Ti ricordo che, una volta aperta, devi recuperare le chiavi appese alla tua porta e ricordare di non dimenticarle più. Ma se anche dovesse succedere ora sai come intervenire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »